Abbiamo parlato da poco di profumi al cioccolato, e vorrei ora continuare un po’ sullo stesso fil rouge ma concentrandoci su un profumo completamente differente. Il cioccolato è infatti qui presente, ma sottoforma di cacao in polvere, leggermente zuccherato.

Il protagonista del post di oggi è infatti Lilac Love di Amouage, il profumo che ha colorato la mia Primavera delle tinte più delicate e soavi. Sono questi i due aggettivi con cui descriverei questo profumo. È stato davvero una sorpresa perché trovo che in esso sia meno evidente l’impronta Amouage rispetto a tutti gli altri che posseggo.

I più maliziosi lo definiranno come un profumo facile, piacione, come direbbero gli inglesi un crowd-pleaser. Un fiorito romantico non è certo un profumo d’avanguardia nel parterre che anche (e soprattutto) la profumeria commerciale oggi ci offre. Un profumo semplice, da ragazza sognatrice e che vive la vita come fosse una fiaba in cui interpreta la principessa.

Eppure, c’è in Lilac Love un’originalità di abbinamento tale che davvero faccio fatica a trovare molti altri profumi assimilabili con cui si potrebbe facilmente sostituire.

Naturalmente è un profumo che dichiaratamente è una glossa su tutto un genere di fragranze che è già stato ampiamente esplorato. Eppure Lilac Love ha qualcosa da dire e, soprattutto, ha una struttura che regge all’indefinitezza di tanti suoi colleghi e scusate se oggigiorno è poco.

Amouage Lilac Love: note olfattive e recensione

Socchiudo gli occhi e immediatamente mi ritrovo immersa in un giardino, nel tardo pomeriggio di una giornata primaverile. Al mio naso sovvengono tutti i profumi dei fiori che mi circondano trasportati dalla brezza leggera. Un tripudio di fiori bianchi, rosa e lilla.

Sul tavolo riparato dal lillà, un piattino con biscottini fragranti di vaniglia spolverati di zucchero a velo e, al posto del classico tè, una tazza di latte e Nesquik. Sono tornata a essere bambina, all’improvviso, e va bene così.

Quello che rende Lilac Love così particolare è proprio questo abbinamento inusuale tra un boquet fiorito bianco-lilla e un cacao in polvere. Polverosità e cremosità sono le due caratteristiche che rendono questo profumo così confortante e delicato. Due sensazioni sostenute dalla presenza dell’eliotropio e della fava tonka.

C’è una buona dose di dolcezza che però non prende il sopravvento, tutto rimane in perfetto equilibrio e non viene rovinato da un dry down che in molti di questi casi fa passare ogni poesia.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi